ART-ON-GOOGLE

A MEETING POINT FOR ARTISTS. IT'S FREE AND ALWAYS WILL BE.

Angelo de Francisco Mazzaccara's Friends

  • Micky Goldstein
  • delaine miller sweat
  • uko post
  • niccoli annamaria
  • Nicole Marbaise
  • massimo quarta
  • nancy
  • antonio gigante
  • MARIANI
  • RELLA
  • Gustavo C. Posadas
  • Lydia Lorenzi
  • Serena Falconieri
  • Beatrice Tudisco
  • Giulia Spernazza

Angelo de Francisco Mazzaccara's Videos

  • Add Videos
  • View All
 

Angelo de Francisco Mazzaccara's Page

Angelo de Francisco Mazzaccara's Photos

Loading…
  • Add Photos
  • View All

Latest Activity

Angelo de Francisco Mazzaccara and Dino Garrafa are now friends
Apr 8, 2011
Angelo de Francisco Mazzaccara and Ada Roggio are now friends
Mar 11, 2011
Angelo de Francisco Mazzaccara and delaine miller sweat are now friends
Feb 28, 2011
delaine miller sweat commented on Angelo de Francisco Mazzaccara's photo
Thumbnail

_DC384~1

"stunningly beautiful"
Feb 28, 2011
Angelo de Francisco Mazzaccara posted videos
Feb 9, 2011

Comment Wall (13 comments)

You need to be a member of ART-ON-GOOGLE to add comments!

Join ART-ON-GOOGLE

At 10:59pm on July 05, 2010, renée MARCINEK gave Angelo de Francisco Mazzaccara a gift
Gift
VRAI BIEN DIT A+
At 1:26am on June 18, 2010, MARIO ANDRES LESSA said…
Ciao Angelo lei e benvenuto!
Visit EL ESTILO ES LA FALTA DE ESTILO
At 7:25am on April 7, 2010, MARIO ANDRES LESSA said…
CIAO ANGELO,TILASCIO IL INVITO..
Visit EL ESTILO ES LA FALTA DE ESTILO
At 8:19pm on November 11, 2009, Franco Rotella said…
Dopo la condivisione dell'amicizia, ti invito a vedere il mio sito e dirmi cosa ne pensi.
www.studiorotella.biz
Ti ricordo anche un evento:
Venerdì 4 dicembre 2009 dalle ore 16.00 alle ore 18.00
stage illustrazione
Come disegnare un fiore, un insetto, un volto, una fiaba con l’uso del chiaroscuro e del colore con effetto fotografico
con Ilaria Iandolo, allieva, Franco Rotella, art director
La metodologia utilizzata è di tipo innovativo
con l’uso della fotografia, della computergrafica, della manualità,
con i docenti dello studioRotella, una metodica che permette a tutti
di ottenere risultati di alto livello professionale.
Per partecipare a questo evento totalmente gratuito
che si svolgerà nella sede dello studiorotella alla via Carbonara, 58, Napoli, Italia
è opportuno prenotarsi con una email
info@studiorotella.it
info 0817646752
essere artisti, vivere da professionisti
Vi aspettiamo
Lo staff di Gino Ramaglia.it e l’art director Franco Rotella
www.studiorotella.biz
At 12:29pm on November 7, 2009, Beatrice Tudisco said…
Grazie di aver accettato la mia amicizia, in effetti ha ragione, mi sono iscritta ieri ma mi accorgo solo ora di aver caricato solo un'immagine per la foto profilo. Rimedio subito, a presto... :)
At 11:13am on November 06, 2009, Ana Diniz gave Angelo de Francisco Mazzaccara a gift
Gift
Um bom dia
At 12:28pm on October 2, 2009, Colombini Nadia said…
Ciao sono appena arrivata, piacere Nadia
At 6:45am on September 29, 2009, MARIO ANDRES LESSA said…
CIAO,FRANCISCO.IL PROGRAMA QUE LEI PARO NON LO CONOCIUTO,MARIO
At 4:13am on September 28, 2009, MARIO ANDRES LESSA said…
CIAO,FRANCISCO!
ME PIACE MOLTO SUAS PHOTOS CON EFFETIS .USA IL ADOBE PHOTOSHOP?
ANCHE ,ME PICE MOLT PIU LE VIDEOS.
BENVENUTTO,CONGRATULAZIONE PER LA SUA OPERA!!
At 4:10pm on September 27, 2009, patrizia simonetti said…
Un caro saluto e complimenti per il tuo interessante lavoro.
Patrizia

Biografia

Altri mieti network da vedere:
http://www.premioceleste.it/angelodefrancisco
http://artistialchemici.ning.com/profile/AngelodeFrancisco
http://informarte.ning.com/profile/AngelodeFranciscoMazzaccara
http://artwargalleri.ning.com/profile/AngelodeFrancisco
http://roccobasciano.ning.com/profile/AngelodeFrancisco
http://lineadarte-officinacreativa.ning.com/profile/AngelodeFrancisco
http://amiciaartisticonilcuore.ning.com/profile/AngelodeFrancisco
http://artantisenzo.ning.com/profile/AngelodeFrancisco

http://www.artdiary.it/site/index.php?pagina=eventi_det&id_main=6475&det=ok&ricerca=si&nome_rc=de francisco


L’opera digitale di Angelo de Francisco, nasce ai primordi di questo nuovo millennio. Foto e video sono il tessuto su cui si articola questa sua nuova ricerca. Il computer diviene la matrice che dà vita a queste sue nuove opere, un mondo di variegate raffigurazioni che vanno dai ritratti, autoritratti, ai paesaggi urbani e marini. De Francisco brucia i tempi della fotografia e dipinge con colori computerizzati. La macchina fotografica è solo un pretesto per catturare immagini ad alta risoluzione, che poi vengono immesse in una alchimia computerizzata da cui rinascono rielaborate e cariche di nuova vita. Computer e scanner quindi, sono i nuovi strumenti con cui inizia a ricercare.
“La fotografia è un frammento di realtà in cui ti riconosci e da cui puoi ripartire per creare le tue speranze.
La fotografia è una realtà che possiamo manipolare meglio e più velocemente della realtà sociale in cui viviamo.
La foto è solo un punto di partenza, tutto il resto è computer o meglio fantasia; quindi non mi definisco fotografo e non mi interessa esserlo, o meglio potrei dire che la fotografia si evolve, perchè evolve lo strumento; il resto è libertà creativa ed interpretativa.
Per questo, come un tempo si diceva, l’Arte è sempre all’avanguardia dei tempi, perché l’artista è sempre teso a ricercare il meglio nel suo lavoro e per estensione di questo concetto, a ricercare una forma migliore di vita e per farlo, l’artista si deve “risvegliare” al suo ruolo di intellettuale e di “profeta”; deve rompere i suoi legami con il mercato che lo imbavaglia e “inventare” un nuovo modo di porsi nel mondo, alternativo a tutto ciò che ora ci circonda. Il nuovo millennio è quì, e ora abbiamo l’opportunità, come uomini ed artisti, di cavalcarlo.”
Angelo de Francisco nasce a Milano dove risiede e lavora.
Dopo aver conseguito la Maturità classica e quella artistica sotto la guida di Franco Mazzucchelli, nel 1976 frequenta l’Accademia di Belle Arti di Brera e come alievo del critico e docente Guido Ballo, approfondisce il significato dell’Arte e del suo farsi.
L’arte e la pittura in particolare, sono il mezzo con cui cerca di esprimere, sin dal lontano ‘68, il suo senso di esistere. Le tecniche che usa, legno, smalti, olii, non sono solo strumenti d’indagine per un discorso più profondo, ma sono anche una sfida nel contemporaneo senza più valori umanistici, nel contemporaneo massificato chiuso nelle fabbriche o negli uffici, alla condizione alienata dell’uomo che attraverso l’Arte e il suo operare, può ritrovare una via d’uscita ai condizionamenti imposti. Utopico e visionario, poeta mimetizzato da comune impiegato, in mostre come “I-o chi, lacerato nella Storia c-e-r-c-o” (1979) , “Dalle combustioni plastiche agli automi”, (inizi degli anni ’80), “Ritratti in un fine millennio” (anni ’90), rappresenta questa sua ricerca che il critico Gianni Pre ha saputo ben evidenziare nei suoi saggi.
L’incontro con lo scultore Romano Pelati, agli inizi degli anni ’80, lo incoraggia a proseguire su questa tortuosa strada, nonostante gli insuccessi incontrati, e come stimolo Romano Pelati gli acquista un’opera. “Lavora per te stesso”, lo incita, “non preoccuparti di cosa gli altri dicono o pensano di te. Se credi in quello che fai, vedrai che alla fine il tempo ti darà ragione”.
Negli anni ’90 l’incontro con lo scultore Alfredo Mazzotta, che lo aiuta nella stesura del suo primo catalogo monografico comprendente le opere tra il 1973 e il 1990.
Nel 1997 pubblica il saggio “La Coscienza dell’ Immagine – Psicoanalisi dell’Arte? ”, edito dalla casa editrice Nuovi Autori di Milano, che verrà poi presentato presso l’Associazione Culturale Renzo Cortina di Milano. Un’inedita analisi tra il “Segno” e il suo “Significato”.
Sul finire degli anni ‘90, con la pittrice Maria Tcholakova approfondisce il concetto di anatomia in relazione allo spazio.
Dal 2000 in poi, la pittura non riesce più ad esprimere la sua ricerca interiore e la macchina fotografica digitale coadiuvata dallo scanner e software d’immagini, prende il posto del pennello.
Anche la fotografia ben presto gli sembra troppo statica, ferma, quasi congelata per riuscire ad esprimere quelle continue variazioni di forme e colori che si susseguono come fotogrammi di una pellicola molto più lunga, e dall’immagine al Video il passo è breve.
“I Video sono una pittura in movimento che racconta il presente quotidiano, il “copia-incolla” di situazioni estrapolate dai TG o altro, seguendo una sceneggiatura interiore, un racconto di rabbia, di denuncia o di speranza, trasfigurati da una tecnica computerizzata che apre le porte ad innumerevoli interpretazioni.”
“Immagini in dialogo”, “Città-oltre l’Immagine”, “Telegiornaleide”, “Il Risveglio”, “Tsunami”, “Ho fatto un sogno”, “Attraverso il Caos”, “Io e l’Universo”, “Della Vita-Della Morte”, “De aborto”, alcuni dei titoli di questi numerosi video d’artista, proiettati in varie gallerie.
Nel 2008, sotto la guida dell’architetto e critico Lorenzo Bonini, la prima mostra personale che raccoglie questi nuovi lavori fotografici, presso la galleria Schubert di Milano. In contemporanea, il Comitato Olimpico Cinese gli commissiona un’opera di grande formato, durante le Olimpiadi del 2008 che poi girerà nei vari Musei internazionali, prima di essere collocata definitivamente nel Museo di Pechino.
 
 
 

© 2014   Created by www.art-on-google.com.

Badges  |  Report an Issue  |  Terms of Service